top of page

ven 27 ott

|

Crema

RASSEGNA "TUTTI UGUALI SEPPUR DIVERSI"

Rassegna cinematografica promossa dal Circolo di cultura cinematografica AMENIC Cinema

RASSEGNA "TUTTI UGUALI SEPPUR DIVERSI"
RASSEGNA "TUTTI UGUALI SEPPUR DIVERSI"

Orario & Sede

27 ott 2023, 21:00 – 22:00

Crema, Via Matilde di Canossa, 20, 26013 Crema CR, Italia

Info sull'evento

DAL 20 OTTOBRE AL 10 NOVEMBRE 2023

RASSEGNA "TUTTI UGUALI, SEPPUR DIVERSI"

Guardare oltre la diversità, apparente e reale, per comprendere come alla fine siamo comunque “Tutti uguali, seppur diversi”: è la chiave di lettura che racconta il progetto messo in campo dal Comitato Crema Zero Barriere nell’ambito delle rassegne cinematografiche promosse dal Circolo di cultura cinematografica AMENIC Cinema, con il Patrocinio del Comune di Crema.

Dal 20 ottobre al 10 novembre 2023, per quattro venerdì consecutivi, come di consueto alle ore 21:00 presso la Sala Alessandrini (via Matilde di Canossa 20, Crema), verranno proiettati altrettanti lungometraggi dedicati alla disabilità nelle sue molteplici sfaccettature.

La rassegna si inserisce nella Trama Dei Diritti e nel Festival dei Diritti 2023, promossi da CSV Lombardia Sud e consolida il percorso di sensibilizzazione messo in campo dal Comitato Crema Zero Barriere per incentivare il superamento di tutte le barriere mentali e culturali che accompagnano il mondo della disabilità con pregiudizi e preconcetti sempre difficili da eradicare.

Perché questa rassegna? Quattro parole-chiave che uniscono l’obiettivo del Comitato Crema Zero Barriere e di AMENIC Cinema: vedere, conoscere, ascoltare, andare oltre.

Il cinema da sempre rappresenta un formidabile strumento per provare a modificare il modo di vedere la disabilità. L’obiettivo, attraverso queste quattro interessanti proposte, è di indurre una riflessione profonda nello spettatore portandolo a chiedersi: che valore diamo oggi alla disabilità? È qualcosa che fa veramente parte della quotidianità oppure è accettata solo in apparenza? Quanto si è disposti ad andare oltre le parole e le buone intenzioni, superando la dicotomia del noi e del loro per gettare le basi di una società che diventi veramente di tutti?

Quattro film, quindi, per vedere e conoscere la disabilità: perché ciò che si conosce non fa più paura. Provare a riflettere sul cambio di mentalità che permetterebbe di portare a un vero cambio culturale, spianando la strada verso una vera inclusione. Una parola oggi abusata, che necessita di essere valorizzata: inclusione è una società in grado di essere accessibile a trecentosessanta gradi, attraverso l’ascolto delle reali necessità di ogni persona. Vedere, conoscere, ascoltare. Perché il mondo non si costruisce con i pensieri, ma trasformandoli in azioni che a cascata modificano la nostra mentalità.

Quattro film, infine, per andare oltre. Oltre la rappresentazione stereotipata di un mondo in cui le persone disabili emergono unicamente attraverso due opposte polarità: gli eroi che travalicano i propri limiti compiendo imprese eccezionali e viceversa i fragili senza emozioni, desideri e senza ruoli attivi nella società che diventano semplice oggetto della solidarietà collettiva. Scopo di questa proposta culturale è mettere in evidenza tutta quella zona grigia posta tra i due estremi, perché si possa non solo – giustamente – esaltare chi supera ogni aspettativa, ma anche imparare a valorizzare le indubbie potenzialità di ogni singola persona con disabilità.

Andare oltre, quindi, la mentalità consolidata per cui i disabili sono persone speciali da trattare in maniera speciale, per affermare un nuovo paradigma: siamo tutti uguali, in fondo, seppur diversi: ognuno di noi è diverso dagli altri, nessuno raggiunge il cento per cento delle sue potenzialità in ogni ambito della vita, ma ognuno fa comunque parte della stessa umanità e ha gli stessi diritti, disabile o meno. Una consapevolezza oggi veicolata anche dalla Convenzione Onu sui Diritti delle persone con disabilità: le persone con limitazioni funzionali, infatti, tendono a diventare persone con disabilità a causa degli ostacoli, delle barriere, degli impoverimenti e delle discriminazioni prodotti dalla società in cui esse vivono, dalla famiglia e dalla comunità in cui crescono, dalle scelte spesso fatte da altri. Andare oltre significa anche superare tutto ciò.

Vedere, conoscere, ascoltare, andare oltre: quattro importanti obiettivi per altrettanti film:

«Vogliamo cambiare il modo in cui si pensa alla disabilità – conferma la Dott.ssa Cristina Piacentini, referente del Comitato Crema Zero Barriere - far sì che le persone si concentrino su quello che una persona con disabilità può fare anziché su quello che non può fare. È per provare a cambiare questo schema mentale che iniziative come questa ci aiutano a far sì che la disabilità non generi paure, non sia considerata strana o da evitare e nascondere, ma sia vista come un aspetto della vita che necessita di un’attenzione particolare, affinché il limite fisico non diventi ostacolo scontrandosi con una società poco inclusiva e una città poco accessibile. La persona con disabilità vuole essere protagonista nel vivere la propria vita, ed è quello che cercheremo di incontrare con questi quattro film».

La rassegna si inserisce nel palinsesto programmato per l’autunno 2023 dal Circolo di Cultura cinematografica AMENIC Cinema, con l’obiettivo di mostrare come ancora una volta il cinema possa portarci a riflettere su tematiche difficili da affrontare nella quotidianità:

«Riprendiamo dopo la pausa estiva con la consueta programmazione autunnale – sottolinea il vice presidente, Moreno Comotti - provando a raccontare una realtà complessa e multiforme come la disabilità attraverso il mezzo cinematografico: abbiamo selezionato, insieme ai referenti del Comitato Crema Zero Barriere, una proposta che va ad analizzare diversi aspetti del tema in maniera visivamente anche forte e non filtrata, superando lo stereotipo del film classico che tende a raccontare il disabile nel duplice e opposto ruolo di eroe o vittima. Non esistono persone speciali, esistono persone. Che portano con sé tutto un corollario di sentimenti, emozioni e necessità che non sono diverse da quelli di chiunque altro».

Di seguito la programmazione prevista:

  • Venerdì 20 ottobre 2023: Dafne (2019, di F. Bondi)
  • Venerdì 27 ottobre 2023: Sound of Metal (2019, di D. Marder)
  • Venerdì 3 novembre 2023: The Sessions - Gli incontri (2012, di B. Lewin)
  • Venerdì 10 novembre 2023: Fuori dal comune - The Specials (2019, di O. Nakache e É. Toledano) 

L’ingresso è vincolato al tesseramento al Circolo Cinematografico Amenic Cinema nell'anno solare corrente, sottoscrivibile in loco al costo di 7,00 € e valevole per tutte le proiezioni in programma fino al 31 dicembre 2023.

Per maggiori informazioni:

www.facebook.com/Amenic.Cinema - info.amenic@gmail.com

Condividi questo evento

bottom of page